Published On: Dicembre 9, 20212.3 min read226 wordsViews: 516Tags: , , ,
Published On: Dicembre 9, 20212.3 min read226 wordsViews: 516Tags: , , ,

L’8 dicembre è una solennità molto bella e importante per tutta la Chiesa, ma ha un valore speciale per i salesiani di don Bosco. Essi fanno risalire infatti l’opera dell’oratorio alla provvidenziale data dell’8 dicembre 1841.

Nonostante il maltempo, si sono dati appuntamento nel cortile dell’oratorio: bimbi e ragazzi (con le loro famiglie) che abitano la nostra casa salesiana e la rendono viva quotidianamente; tanti adolescenti, giovani e adulti impegnati nel servizio educativo a favore dei più piccoli; salesiani cooperatori ed ex-allievi.

È stato anzitutto ricordato, mediante una scenetta, l’episodio dell’incontro di don Bosco con il primo giovane del suo oratorio, Bartolomeo Garelli. Poi si è inaugurata e benedetta un’effigie della Madonna proveniente dalla casa di Saint-Jacques, a cui tanti oratoriani del passato e del presente sono affettivamente legati: grazie all’icona di Maria i ricordi grati di quel bellissimo luogo resteranno vivi nel cuore della Crocetta.

Si è celebrata poi la solenne messa dell’Immacolata, con l’animazione di un folto coro di ragazzi e giovani che ha favorito la preghiera e la partecipazione di tutta l’assemblea.

Infine, un gradito fuori programma grazie alla nevicata del mattino: al termine della celebrazione, piccoli e grandi si sono lanciati in una sfida a palle di neve che ha contribuito a rendere ancor di più la giornata, nella sua semplicità, un bel quadretto di stile familiare.